Youtube Twitter Facebook
english stampa segnala segnala Skype
profili - interpreti - voci - monica benvenuti - biografia

Voci

- bio - repertoire
Monica Benvenuti
© Giovanni Del Brenna
Monica Benvenuti - Biografia
Firenze

Sito: www.monicabenvenuti.com

E-mail: benvemonica@hotmail.com

Strumenti: Voce

LISTEN

Laureata in Lettere e Filosofia. Dal 1993, anno del suo debutto come protagonista de L'incoronazione di Poppea di Monteverdi al Teatro Verdi di Pisa e al Teatro Sociale di Mantova, e di Zanetto di Mascagni al Festival Pucciniano di Torre del Lago, ha interpretato (sempre in ruoli principali) opere di: Monteverdi, Peri, Emilio de' Cavalieri, Purcell, Blow, Rossi, Haendel, Pergolesi, Cimarosa, Mozart, Salieri, Spontini, Humperdinck, Wolf-Ferrari.
Frequenti le incursioni nel repertorio da camera e sinfonico, con opere di Mozart, Rossini, Beethoven, Wagner, Mahler, Messiaen,  Dallapiccola.
Sviluppa, in seguito, un interesse specifico per la musica del Novecento e contemporanea che la porta ad esplorare le potenzialità della voce umana in rapporto ai diversi linguaggi musicali e alle sperimentazioni elettroniche. Laborynthus II e Cries of London di Luciano Berio segnano l'inizio della sua collaborazione con il Centro Tempo Reale di Firenze, e in particolare con il compositore Kilian Schwoon, del quale in diverse occasioni - fra cui una diretta EURORADIO e un concerto alla Hochschüle di Stoccarda - interpreta Le Poumon Oxigéne.
Ha cantato, spesso in prima esecuzione, musiche di: Roberto de Simone, Bruno de Franceschi, Gian Carlo Menotti, Paolo Furlani, Pier Luigi Zangelmi, Steve Reich, Luigi Nono, Riccardo Luciani, Andrea Nicoli, Sylvano Bussotti, Hidehiko Hinohara, Giacomo Manzoni, Ivan Vandor, Gianpaolo Testoni, Roberto Lupi, Bruno Bettinelli, Luciano Berio, Toru Takemitsu, Roman Vlad, Dario Maggi, James Newton.
Negli ultimi anni, dopo numerose esperienze come cantante-attrice - fra cui uno spettacolo di teatro-musica tratto dall'opera di Sofocle dal titolo Lo sguardo di Antigone assieme a Milena Vukotič - si dedica a un repertorio di teatro musicale che include opere come La voix humaine di Poulenc, Mahagonny Songspiel di Weill, La tragèdie de Carmen da Bizet, Giorno di nozze di Gino Negri, accanto a lavori a lei personalmente destinati.
Nel 2000 è tra i fondatori dell'associazione Elastiko - spazio sonoro contemporaneo, con cui effettua diversi concerti ed è invitata a Tokio (Suntory Hall) e a Colonia per interpretare musiche a lei espressamente dedicate. Ha cantato inoltre in Francia, Spagna, Germania, Svizzera, Belgio, Repubblica Ceca, Ungheria, Brasile.
Collabora con l'ensemble Nuovo Contrappunto diretto da Mario Ancillotti, con cui esegue molte volte il Pierrot Lunaire di A. Schönberg e nel 2004 la prima assoluta di Alla Terra di Giacomo Manzoni.
Nel 2004 viene invitata da Sylvano Bussotti a partecipare alla realizzazione della Passion selon Sade nel ruolo della protagonista Justine/Juliette presso il Teatro de La Zarzuela di Madrid con la direzione di Arturo Tamayo. Nel 2005 riprende la collaborazione con Bussotti eseguendo a Berna, insieme con lui, una particolare versione della Passion dal titolo Pianobar pour Sade.
Nel 2007 interpreta ancora Bussotti nell'opera Silvano-Sylvano, presso l'Accademia di S. Cecilia, in un ruolo a lei dedicato; in seguito è protagonista dell'esecuzione delle musiche dal vivo per il Rara film dello stesso Bussotti, da cui verrà tratto un DVD.
Ospite del 67° Maggio Musicale Fiorentino nella produzione de Il Volo di Notte di Luigi Dallapiccola per la direzione di Bruno Bartoletti e la regia di Daniele Abbado (Premio 'Franco Abbiati' come miglior spettacolo dell'anno).
Nel 2006 debutta come attrice nel monologo Non io di Beckett, all'interno di un Trittico beckettiano per la regia di Giancarlo Cauteruccio - premiato dai critici teatrali italiani come miglior spettacolo d'innovazione 2006 - ottenendo ampi consensi di pubblico e di critica, anche in occasione della successiva tournée, ancora in corso.
Sempre nel 2006 partecipa al Festival della Letteratura di Mantova, con lo spettacolo Il canto delle Sirene, ovvero la musica nell'opera di James Joyce, con Luca Scarlini e Massimiliano Damerini, che dopo l'anteprima al Teatro Bibiena, conosce una fortunatissima serie di repliche.
Nel 2007 è protagonista della prima assoluta di Beards, una originale rivisitazione in chiave moderna della favola di Barbablù ad opera del drammaturgo belga Stefan Oertli, eseguita - tra l'altro - al Theatre de la Place di Liegi, al Bozar di Bruxelles e al Festival di Rennes.
Ospite dell'Opera di Roma nel 2007 per il balletto con la regia di Beppe Menegatti, Georg Trakl e la sorella Grete, rivelazione e declino, come cantante e attrice, a fianco di Roberto Herlitzka.
Recentemente è stata protagonista di Acustica, Pas de Cinq e Der Turm zu Babel di Mauricio Kagel e di Como una ola de fuerza y luz di Luigi Nono, che ha inaugurato la stagione dell'Orchestra Sinfonica di Roma.
Il 20 febbraio 2009 ha partecipato ai festeggiamenti per il centenario del Futurismo a Roma: le sue interpretazioni di alcune poesie futuriste hanno fatto da colonna sonora agli eventi principali della giornata.

Aggiornato a 01/2010